6. Vivere il Parco Nazionale

Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano è uno dei più grandi d’Italia, e occupa buona parte della Provincia di Salerno

campania

Molte sono le strutture turistiche all’interno dell’area protetta.

La Francesca è una delle poche che si trova all’interno dell’area “cuore” della zona sud del Parco; non perché abbiamo violato le regole, ma perché è stata realizzata prima che il Parco venisse istituito, e comunque nel completo rispetto della natura e dell’ambiente.

Istituito nel 1991, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è il secondo parco italiano per estensione (181.048 ha); si trova in Campania, in provincia di Salerno.

Nel corso degli anni ha avuto importanti riconoscimenti da parte dell’UNESCO, sia per il suo alto valore paesaggistico, che per il contesto storico e culturale.

Nel 1997 viene inserito nel programma MAB dell’UNESCO, nella rete delle “Riserve di biosfera”, unione tra la conservazione della diversità biologica, la salvaguardia dei valori culturali e lo sviluppo economico. Questa integrazione perfetta nei millenni tra uomo e natura gli è valso il riconoscimento.

In Italia sono riconosciuti solo 8 siti: 

-       Valle del Ticino

-       Miramare

-       Selva pisana

-       Circeo

-       Colle Meluccio

-       Somma Vesuvio e Miglio d’oro

-       Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano

Nel 2009 non poteva mancare, in una delle più suggestive coste del Mediterraneo, un altro riconoscimento; vengono infatti costituite ufficialmente 2 aree marine protette: “Santa Maria di Castellabate” e “Costa degli infreschi e Masseta”; sommate le superfici di terra e di mare, è l’area protetta più grande d’Italia.

Nel 2010 è il primo Parco nazionale italiano inserito dall’UNESCO nella rete dei “geoparchi globali”, che promuove e conserva l’eredità geologica del pianeta.

Facebook